Associazione Culturale Lavisana
Alla ricerca della storia della nostra terra

Posts Tagged ‘spettacolo teatrale’

Scopri il Pristol

Sabato 23 settembre dalle ore 16, attraverso un itinerario incantato, popolato da gnomi mangiafuoco, giocolieri, musicisti, acrobati e personaggi fiabeschi, si potranno scoprire i vicoli Bristol, nucleo abitato di stretti vicoli e lunghe scalinate che si snodano tra le case con scorci pittoreschi e di rilevanza storica.  Seguendo le varie tappe si raggiungeranno anche dei punti ristoro.
Alle ore 21, presso l’Androna del Travai (in Piazza Manci), “Barcontando” con Maria Vittoria Barrella e Luca Porcelluzzi, che accompagneranno gli spettatori in un suggestivo percorso teatrale itinerante tra i vicoli Bristol.

> Guarda la locandina

Tags: , ,

La guerra di Tina a Ziano di Fiemme il 23 agosto

La guerra di Tina | Ziano 23.08.2017

La guerra di Tina, spettacolo teatrale ispirato alle memorie delle donne trentine internate per motivi politici, (o presunti), durante la Grande Guerra, arriva a Ziano di Fiemme il 23 agosto alle ore 21.00 presso la suggestiva Villa Flora.

Attrice protagonista: Maria Vittoria Barrella
Regia: Maura Pettorruso
Luci: Emanuele Cavazzana
Drammaturgia: Renato Barrella
Ideazione: Andrea Casna

Ambientato durante il primo conflitto mondiale, La guerra di Tina è il monologo di una ragazza che racconta gli eventi che hanno portato all’arresto suo e della madre, episodi della sua prigionia nel campo di Katzenau, successivamente il ritorno alla vita in paese nel primo dopoguerra e gli albori del fascismo. I temi trattati sono la condizione femminile, ieri e oggi, il rapporto fra potere e popolazione, guerra e oppressione. Il materiale storico di riferimento sono le testimonianze di donne trentine arrestate ed internate nei campi di prigionia austriaci o italiani. Storia d’amore in sottofondo.

Per saperne di più https://laguerraditinablog.wordpress.com/info/

> Segui Tina su facebook

Tags: ,

La guerra di Tina torna a Lavis

La guerra di Tina

Venerdì 3 marzo 2017 La guerra di Tina ritorna a Lavis sul palco dell’Auditorium Comunale.

Ambientato durante il primo conflitto mondiale, La guerra di Tina è il monologo di una ragazza che racconta gli eventi che hanno portato all’arresto suo e della madre, episodi della sua prigionia nel campo di Katzenau, successivamente il ritorno alla vita in paese nel primo dopoguerra e gli albori del fascismo. I temi trattati sono la condizione femminile, ieri e oggi, il rapporto fra potere e popolazione, guerra e oppressione. Il materiale storico di riferimento sono le testimonianze di donne trentine arrestate ed internate nei campi di prigionia austriaci o italiani. Storia d’amore in sottofondo.

> Segui Tina su facebook

Tags: ,

La guerra di Tina a Levico Terme

La guerra di Tina a Levico

Dopo il grande successo della prima rappresentazione a Lavis, sabato 19 novembre alle ore 20.30 Maria Vittoria Barrella tornerà a vestire i panni di Tina. Questa volta salirà sul palco del Teatro Monsignor Caproni di Levico Terme.

Ambientato durante il primo conflitto mondiale, La guerra di Tina è il monologo di una ragazza che racconta gli eventi che hanno portato all’arresto suo e della madre, episodi della sua prigionia nel campo di Katzenau, successivamente il ritorno alla vita in paese nel primo dopoguerra e gli albori del fascismo. I temi trattati sono la condizione femminile, ieri e oggi, il rapporto fra potere e popolazione, guerra e oppressione. Il materiale storico di riferimento sono le testimonianze di donne trentine arrestate ed internate nei campi di prigionia austriaci o italiani. Storia d’amore in sottofondo.

> Segui Tina su facebook

Tags: ,

La guerra di Tina

Ho sognato il mondo sopra un treno

laguerraditina

E’ nato per caso. La lettura di alcune memorie di donne trentine, internate per motivi politici durante la Grande Guerra, ha stimolato l’idea di raccontare e rielaborare queste antiche vicende attraverso le parole di un solo personaggio. Ed è qui che prende forma Tina.

Tina è tutte le donne, di ieri e di oggi, che si sono trovate ad interrompere bruscamente la propria vita quotidiana a causa di eventi esterni.

Tina racconta l’arresto, il viaggio in treno e l’internamento di tutte le donne. Ma soprattutto, guardandoci direttamente negli occhi, Tina da voce ai propri pensieri e ai propri desideri infranti. Il tutto in una narrazione senza tempo in continuo equilibrio fra sogno e realtà.

> Segui Tina su facebook

Tags: ,